vago solitario..

Posted in Books with tags , on 25 luglio 2016 by jackmax

1-owCMq-wU0e7M2R8-zNapZQ
 .L’unica auto..parcheggiata  dove prima non c’era mai posto..
il sole sulle sue cromature..un accecante riflesso..
facciate e palazzi  con imposte sbarrate..dove è chiuso ogni infisso..
rondini grilli e cicale  ed il loro fracasso..unici suoni oltre il mio passo..
all’ombra di un chiosco..un vecchio ed il suo cane al fresco..
sembrano elfi di un bosco.ma è solo Roma..dipinta a luglio o agosto..
 
la piazza..la via che conosco..un deserto ogni posto..
eppure cammino composto..malgrado l’afa vinca sul fresco..
non so dove..forse lontano..ma un pianoforte ascolto…
 
.. è un pasoliniano affresco..quello di un osteria ed il barbuto col fiasco..
mentre storia e memoria calpesto..bevo al nasone e mi rinfresco…
saluto un tizio che non conosco..negozi chiusi,..sembra grottesco..
aperto solo il banco di frutta di Francesco..prendo un grappolo d’uva ed esco..
penso al vino..alla vendemmia, al mosto..alla gente che va in ferie ad ogni costo..
amo Roma come amo agosto..tutto è straordinario..
ed io…un tipo che vaga solitario…
 
jackmax

CHIUSO PER FERIE

Posted in Books with tags , , , , on 24 luglio 2016 by jackmax

Foto1418
lA VITA IL LAVORO..GLI AMORI..
 IL QUOTIDIAN MATTINO CHE CI PORTA ALLE SERE..
QUEL GIRO DEL PIANETA DA ANTICHE ERE..
LE COSE FUTILI E QUELLE SERIE..
I GIORNI E GLI ANNI A RINCORRERE SCADENZE VARIE..
RICORDI D‘INVERNO ED I RIGORI DELLE INTEMPERIE..
LE RICCHEZZE E …LE UMANE MISERIE..
 LA SUGGESTIONE DELLE PRIMAVERE..
 LE ESTATI SOGNATE… E QUELLE VERE..
 IL MESE DI AGOSTO E GLI ESODI CHE SVUOTANO STRADE..
 CACCIATORI STANCHI… CHE ANCORA INSEGUONO PREDE..
 STELLE CADENTI E DESIDERI IN CUI SI CREDE..
LE OPPORTUNITA’ COLTE DA CHI CI PRECEDE..
 LA LIBERTA’ COME UN ESIGENZA …UNA SETE..
 
I SOGNI VARCANO LONTANE METE..
ESCONO IN STRADA … EVADONO DALLA RETE..
 
OLTRE PERSIANE CHIUSE  DI CASE VUOTE..
E L’ERBA CHE VEDI …DOVE PRIMA C’ERANO RUOTE..
MUSICHE LONTANE RIMBALZANO TRA SILENZI E NOTE..
I RITMI CHE RALLENTANO MINUTI E  ORE..
PASSATO E VENIRE…SONO PONTI ROTTI…
ORMAI MACERIE..
 RITROVARSI A PARLAR CON GENTI VARIE..
..POESIA E SAGGEZZA DI CUI ALCUNI …SON MINIERE..
 
..QUELLI CHE SOPRAVVIVONO E GODONO…
 AI..”CHIUSO PER FERIE”
 
JACKMAX

fiori e panni stesi

Posted in Books, ripro-post with tags , , on 30 novembre 2015 by jackmax

 

PicsArt_1353779403063 

come si inseguono i sogni  che svaniscono  al mattino..

raccolsi i frammenti tuoi ..come fiori in giardino..

per tentar di comporli come pezzi di  giocattoli..

 rotti da un bambino..

 parlar per ore di desideri e cose accanto ad un  camino…

e nei riflessi del fuoco a bagnarci il volto..

 come onde del destino..

 arrostimmo le carni nostre in quella brace..

spengendo ogni desiderio trà cenere  e fumo..

 fummo vicino..

 a scottar come castagne bagnate da  rosso vino…

 poi ancora fiori..

 recisi  per abbellir un vaso sopra un centrino..

gratificando  naso ed occhi altrui..

sbocciando e spargendo profumo..

 ..e ti cerco ed inseguo dai quei sogni ed ancor prima..

in quel freddo mattino  di inverno..

dove tra i binari ci siam cercati ed attesi..

 mentre guardo il primo fiore che sboccia nel giardino..

trà finestre chiuse e panni stesi..

ed ancora noi..

 

…tra i sogni inarresi..

jackmax

sedia vuota

Posted in Books with tags , , , , , on 10 ottobre 2015 by jackmax

 

..Qui,  dove guardavi distratto la televisione…

contando gocce e misurando la pressione. ..

oggi siedo in cerca di  risposte, o solo ispirazione..

postura  identica  e stessa espressione.. .

Anche io fisso un punto, mentre  penso intorpidito da digestione..

gomito su tavolo e mano sulla fronte …

guerriero senza età ..mai arreso a pantofole e pensione..

sguardo perso oltre finestre , persiane e fuori il  balcone..

ed in quell’orizzonte…stessa direzione.

….ritrovo per te inconfessabile ed inconfessata ammirazione,  malgrado  litigi ed incomprensione..

..quelle parole mai dette,  per  quello sciocco orgoglio di prevaricare la mia …alla tua ragione..

rare le intese ,  avevamo stesso carattere,  ma diversa visione…

così oggi nel rammarico,  il ricordo fa confusione..

penso a te spesso… dandoti sempre ragione..

vedo la vita un gran mistero…forse  una missione…

malgrado noi,   associando l’età ad una stagione..

che nostro malgrado procede e  ruota..

ogni giorno avvicino la mia …alla tua vecchia visione

in quel viaggio tra depressioni e alta quota…

sei  un faro tra le nebbie della mediocrità terrena, una lama di luce tra fotogrammi sfocati e tende di seta..

passato e presente trafitti da un raggio , l’eterna  ambizione di inarrivabile meta..

..ma oggi è  indelebile data, dove tutto si ferma a quel giorno …ed ancora ti aspetta..

..come la tua sedia vuota…

jackmax

primo giorno di scuola

Posted in Books with tags , , on 15 settembre 2015 by jackmax

$(KGrHqJ,!o4FHFU5mrPJBR)g1l(MzQ--60_571385446_10151657367501198_909998663_n

med (42)11428009_733747603401364_1047101187379966897_n11001889_686990334743758_5304571804502684429_nmed (43)

..mi hanno detto che è l’inizio  ..
il principio di un lungo percorso..
 la fine dell’ozio..
mi guardo allo specchio..
tutto è strano..
come il grenbiule e questo fiocco..
 mi sento prigioniero ..sciocco..
davanti l’uscio mi blocco..
 guardo casa mia…mai  così bella..
l’ascensore e poi in strada..
 una mano a mamma e nell’altra la cartella..
è una strada mai fatta..
a quest’ora..quante macchine e che folla..
entrano tutti lì..la scuola è quella..
 mamme e bambini..
 un cortile dove chiamano cognomi..
al mio ..saluto mamma coi lacrimoni..
e tutti su per la scala..
 mille gradini..
corridoi infiniti e grandi finestroni..
 alfine l’aula..   immensa..
 cartine geografiche..
odore di libri ..il cuoio della cartella..quaderni e stilografiche..
la cattedra sopra una pedana..immensa lavagna
 ed i banchi di fòrmica..
mi guardo attorno…nanche un amico o un amica..
mi siedo al terzo di destra..
vicino  la finestra..
 piove e quai grandina..
 mi giro..ho accanto una femmina..
lei si presenta …io arrossisco..
 parla in fretta ..non la capisco..
le dico il nome ..intanto tossisco..
 “in piedi “: ecco la maestra..
 alta..inarrivabile.. sguardo terribile..
 ..niente del mio  mondo qui attorno..
ricorderò a lungo questo giorno..
lei che inizia a parlare..
 ..ma dentro me è tutto un pensare..
poi ecco l’appello ..
ed al nome ci si deve alzare..
 ..secondi di terrore..lunghi una vita..ore….
 poi un altro nome..
è lei accanto..spigliata e sicura..
l’osservo e mi incanto..
 poi altri infine tutti…
ma ho occhi per lei soltanto..
la campanella arriva intanto..
 fuori urlando e correndo..
 (chissà perchè poi si corre da piccoli..)
 ripensando  ai suoi biondi boccoli..
..le altre  per me..solo brutti anatroccoli…
 la rivedrò domani. ..
mamma si sbraccia… ed io..lentamente avanzo…
 racconterò come è andata..
 che tutto da oggi è diverso..
..la casa..
 ..il mio vecchio mondo..
..nulla sarà più lo stesso…
 
jackmax

de..scriversi

Posted in Books with tags , , , , on 21 luglio 2015 by jackmax

 

3688F970728F3F4C_11723_0

Quel che penso sovente dico..

nel modo mio sarcastico e forse ermetico..

propongo e non predico..

cattivo maestro dunque mai giudico..

per anime altrui medicina o forse medico..

nel divertirmi condivido e son prodigo..

perché l’armonia è un meccanismo magico..

mi vede giullare o assente nel ludico..

nei torti attendo giustizia senza rammarico..

per vendetta il perdono è il gesto più sadico..

porgo sempre il coltello dalla parte del manico..

amo miei ed altrui difetti se lambiscono il comico..

sono paziente ma non stoico,,

taciturno e logorroico..

razionale che vive nell’onirico..

sognatore cammino su una fune spesso in bilico..

come il fiume  destinato al mare e nasco rivolo..

serio quando non frivolo..

coltivo l’entusiasmo con lo stimolo..

alle autostrade preferisco il vicolo..

rispetto la paura ed il pericolo..

getto il cuore spesso oltre l’ostacolo..

odio descrivermi e fare l’oracolo..

eppur ci casco sempre.

per cambiare..

 

aspetto un miracolo..

 

jackmax

Belli e Salustri

Posted in Books, dialetto with tags , , on 11 dicembre 2014 by jackmax


PicsArt_1366210213308 PicsArt_1380523695056

Er Belli er Sallustri..

lì predecessori mia..quelli illustri..

lo dicevano spesso: “Mejo soli”...che male accompagnati..

perché a coppie ..nun gireno solo li carabbinieri...o li frati..

ma puro te.. che n’amore o amicizia..

..puro se ce  sbatti er grugno…ancor ce credi..

è cò le mani tue… tè freghi..

quanno che te senti solo e ner sentimento brami..

l’amore se sà..è come er vino che te n’coccia..

e nun discerni più ..se quarcuno dietro te l’appoggia..

come l’amichi veri…è triste dillo..

so sempre e solo quelli ..della saccoccia..

“mejo soli”… damme retta..

ad ascortà li pensieri tua incondivisi..

che n’mucchio de gente senza nome… de cui nun te ricordi poi li visi..

gente che  confonne l’oceano cò nò stagno… o n’acquitrino..

p’annegà nè  m’ bicchier d’acqua..

quànna a tè p’affogà li “stracazzi tua”.. nun basta er vino..

e torni a casa pensanno: “fossi io er cretino”..

“dice” :parli da omo ferito… disilluso

saranno stati i torti.. e quarche abbuso..

…oppuro sei vecchio e saggio…ormai c’hai er core chiuso..

è solo n’organo… n’disuso..

“e no”.. nun crede amico mio..

nè stà vita… er sentimento.. carezza o pugno..

maledico …borbotto e dico ..poi cè sbatto ancora er grugno..

amore e amicizia sò come ombrelli ar sole de giugno..

che vita toje  quanno piove..e io me ce bagno..

..li cerchi..

come n’sasso fà nè lo stagno..

perchè li sento vivi e veri..

solo quanno er culo mè rode..

eer còre…..me magno..

jackmax

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: